Regione calabria - Portale- Agenzia Calabria Notizie

Calabria - La Regione per Te

Vai al contenuto

Sei in: Home > Unita di Governo e Supporto > Ufficio stampa > Agenzia Calabria Notizie > vista documento

Rischio idrogeologico, intesa con Sogesid per supporto tecnico

Il presidente Spirlì a Roma per la sottoscrizione della Convenzione. La società fornirà assistenza per accelerare la realizzazione degli interventi

Presidenza - Catanzaro, 08/06/2021

Il presidente Spirlì a Roma

Alla presenza del presidente della Regione, Nino Spirlì, in qualità di commissario straordinario per la Mitigazione del rischio idrogeologico in Calabria, stamattina, nella sede di Roma della Sogesid spa, è stata sottoscritta dal soggetto attuatore, Pasquale Gidaro, e dal presidente e amministratore delegato della suddetta società, Carmelo Gallo, la Convenzione per il supporto tecnico specialistico e per le attività propedeutiche e strumentali alle attività commissariali.

LA CONVENZIONE

La stipula della convenzione, della durata di 36 mesi, dà attuazione al decreto n. 131 del 7 maggio 2021, con il quale il commissario straordinario ha approvato il regolamento di organizzazione dell’Ufficio del commissario e ha demandato al soggetto attuatore, tra l’altro, la predisposizione e la stipula di una specifica Convenzione con la società Sogesid Spa, società “in house providing” del ministero della Transizione ecologica (Mite) e del ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili (Mims), ai sensi del punto 5 della delibera Cipe 1° agosto 2019, n. 64.

La Sogesid assicurerà la necessaria assistenza tecnica e amministrativa al fine di imprimere un’accelerazione alla realizzazione degli interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del dissesto idrogeologico in Calabria, anche attraverso il reclutamento di profili professionali dotati di specifiche competenze in materia di mitigazione del rischio che andranno ad affiancare e integrare l’attuale contingente in forza presso l’Ufficio commissariale.

L’assistenza tecnico-amministrativa garantita dalla Sogesid rappresenta un primo tassello per il rafforzamento della struttura, la cui riorganizzazione è fortemente voluta dal presidente Spirlì al fine di rendere più efficiente, sollecita e incisiva l’azione commissariale. Nel novero delle attività convenzionate rientra, inoltre, lo sviluppo di una piattaforma web di gestione tecnico-amministrativa e di monitoraggio degli interventi finalizzata a semplificare lo scambio di dati e di informazioni riguardanti lo stato di attuazione dei 313 interventi finanziati e in corso di realizzazione facenti capo al commissario straordinario.

«STRATEGIE MIRATE»

«Le gravi condizioni di dissesto idrogeologico in cui versano gran parte dei comuni calabresi rappresentano – dichiara il presidente Spirlì – è una priorità per me e per l’intera Giunta regionale. Proprio per questo, ho deciso di imprimere una svolta nell’approccio alle problematiche di dissesto e per la concreta attuazione degli interventi necessari alla mitigazione del rischio incombente sui nostri territori».

«Il fattore tempo – aggiunge Spirlì – deve diventare una priorità assoluta nella programmazione, progettazione e attuazione degli interventi. Spesso la mancanza di tempestività nella realizzazione delle opere determina un progressivo aggravamento delle situazioni, per il susseguirsi continuo dei fenomeni meteorologici che, a distanza anche solo di pochi mesi, possono modificare significativamente lo stato dei luoghi e richiedere interventi ben più consistenti e costosi di quelli programmati».

«Proprio per questo – spiega ancora il presidente –, è indispensabile adottare strategie mirate e ponderate, ma anche tempestive ed efficienti, per evitare che la progressione dei fenomeni di dissesto porti a situazioni di rischio non arginabili per l’incolumità delle persone, degli edifici e delle infrastrutture».

«La stipula della Convenzione con la Sogesid – conclude Spirlì – consente di gettare le basi per costruire queste strategie attraverso il reclutamento di professionisti validi e capaci, l’utilizzo di strumenti informatici all’avanguardia per l’interscambio dei dati e la creazione di un presidio adeguato all’attuazione dei tanti interventi ancora in corso».

aggiornato il 08 giugno 2021 alle 13:35
documento consultato: 575 volte

Indietro