Regione calabria - Portale- Demanio Marittimo

Calabria - La Regione per Te

Vai al contenuto

Sei in: Home > Organizzazione > Dipartimento n. 14 > Aree > DemanioMarittimo

Demanio Marittimo

Cosa fa la Regione

La Legge Regionale n. 17 del 21/12/2005 e s.m.i. disciplina l’esercizio delle funzioni amministrative in materia di demanio marittimo, destinato a fini turistico-ricreativi, delegate alla Regione ai sensi del D.P.R. n. 616/1977 nonché di quelle conferite ai sensi del Decreto Legislativo 31/3/1998, n. 112 e successive modifiche ed integrazioni. In particolare, i compiti della Regione consistono in:

  • attività di supporto tecnico-giuridico a favore degli enti locali - art. 21 della L.R. n. 17/05;
  • istruzione di pratiche riguardanti il contenzioso instauratosi in materia demaniale nei confronti dell’Ente;
  • funzioni di programmazione ed indirizzo generale ai sensi dell’art. 3 della L.R. n. 17/05;
  • partecipazione alle conferenze dei servizi necessarie all’adozione dei Piani Comunali di Spiaggia (P.C.S.) ed espressione del parere di competenza;
  • parere sulle richieste di nuova concessione, di cui all’art. 10 c. 2 del Piano di Indirizzo Regionale per l’utilizzazione delle aree del demanio marittimo (PIR), nonché sulle istanze di ampliamento, c. d. variazioni oggettive, di cui all’art. 12 del PIR;
  • parere sulle richieste di nuova concessione ai sensi dell’art. 14 della L.R. n. 17/05 e di concessione demaniale marittima suppletiva ai sensi degli artt. 9 e 14 della stessa legge.


Tra le attività del demanio marittimo rientrano inoltre:

 

  • la ricognizione delle fasce costiere del territorio regionale, di cui all’art. 9-septiesdecies della Legge 6 agosto 2015, n° 125, finalizzata anche alla revisione della dividente demaniale marittima;
  • la pianificazione dello spazio marittimo, di cui al D. Lgs. del 17 ottobre 2016, n° 201, finalizzata all’elaborazione di piani di gestione che individuano la distribuzione delle attività e degli usi delle acque marine nelle Aree Marittime di Riferimento.