Regione calabria - Portale- BORGHI

Calabria - La Regione per Te

Vai al contenuto

Sei in: Home > Organizzazione > Dipartimento n. 14 > Aree > BORGHI

BORGHI

Cosa fa la Regione

I borghi calabresi rappresentano una ricchezza e un attrattore turistico-culturale da valorizzare anche in connessione alla crescente attenzione alla dimensione autentica, tradizionale e identitaria dei luoghi scelti per le vacanze. Al di là delle dimensioni fisico-territoriali e/o del numero degli abitanti, per borgo si intende un centro o nucleo storico, dotato di una struttura urbanistica e insediativa compatta e ben definita, nonché di identità urbana. Il borgo è prevalentemente caratterizzato dalla presenza di una o più emergenze architettoniche e monumenti (castello/palazzo, chiesa/cattedrale, mura e porte urbane, preesistenze storiche, ecc.) e di spazi pubblici di relazione (piazza principale, corso, rete dei percorsi interni, parco urbano, ecc.), nonché da un'edilizia residenziale minore, che rispecchia le tradizioni costruttive e i materiali dei luoghi. Ai fini della valorizzazione e della promozione turistico culturale dei borghi della Calabria, ricchi di testimonianze del passato e custodi della storia, delle tradizioni ed identità del territorio, la Regione ha promosso due bandi di cui il primo è rivolto ai Comuni e mira a stimolare le proposte progettuali che provengono direttamente dai territori interessati, il secondo è finalizzato a sostenere progetti promossi da micro e piccole imprese per il miglioramento della qualità dell’offerta turistica e culturale nei borghi della Calabria. Entrambi i bandi si incardinano all’interno delle linee prioritarie della Programmazione Regionale Unitaria 2014/2020, perseguendo gli obiettivi specifici del Progetto Strategico per la Valorizzazione dei Borghi della Calabria ed il Potenziamento dell’offerta turistica e culturale di seguito elencati:

  • incrementare l’attrattività turistica dei borghi calabresi caratterizzati da forti tradizioni culturali, enogastronomiche e storiche, migliorando la fruibilità del patrimonio ambientale, artistico e culturale, valorizzando e promuovendo le produzioni e le attività ivi esistenti;
  • favorire l’attuazione di modelli di gestione/valorizzazione innovative degli attrattori culturali e degli specifici itinerari e reti culturali tematiche;
  • sostenere il miglioramento delle condizioni di contesto dei borghi secondo un approccio basato sulla qualità diffusa e sulla coerente sostenibilità ambientale, economica e sociale, anche ai fini di consentire il riconoscimento di: "I borghi più belli d’Italia", promosso e sostenuto dall’Associazione nazionale comuni italiani (ANCI), Città Slow, Bandiera Arancione, Borghi Autentici, ecc..;
  • favorire l’accessibilità eco-sostenibile nei Borghi, soprattutto alle persone con bisogni speciali, attraverso lo sviluppo dei servizi di orientamento e informazione;
  • valorizzare le filiere locali della green economy;
  • favorire lo sviluppo di pacchetti di offerta turistica in grado di valorizzare il paesaggio naturale, di intercettare segmenti sempre più ampi della domanda nazionale e internazionale di turismo culturale ed enogastronomico e di contribuire alla sostenibilità delle attività turistiche regionali attraverso una migliore distribuzione temporale e spaziale delle presenze dei visitatori;
  • sostenere la riqualificazione di infrastrutture pubbliche e impianti per il tempo libero, lo sport, la cultura tesi a migliorare le condizioni strutturali e degli standard di qualità e offerta del patrimonio culturale e dei servizi aggiuntivi;
  • incoraggiare e sostenere iniziative locali di “investimento diffuso” volto alla riqualificazione e valorizzazione del patrimonio immobiliare in stato di abbandono e/o di sottoutilizzo e di ricucitura con il contesto degli spazi pubblici.