Regione calabria - Portale- 5 - SISTEMA DELLE CONFERENZE – RAPPORTI ISTITUZIONALI – MONITORAGGIO DELLA LEGISLAZIONE DELLE REGIONI

Calabria - La Regione per Te

Vai al contenuto

Sei in: Home > Organizzazione > Dipartimento n. 1 > Aree > Settori > SISTEMA DELLE CONFERENZE

Sistema delle Conferenze - Rapporti Istituzionali - Monitoraggio della Legislazione delle Regioni Sede: Roma

 Indirizzo:  Piazza di Campitelli, 3 - 00186 Roma

Tel. 06/699.23.571 Fax  06/699.13.84

E-mail: delegazione.roma@regione.calabria.it

PEC: delegazione.segretariatogenerale@pec.regione.calabria.it

Indirizzo web:  www.regionecalabriaroma.it

 

 

Referente per il Sistema delle Conferenze: Avv. Eugenia MONTILLA

E-mail: eu.montilla@regione.calabria.it

E-mail: segreteriatecnica.roma1@regione.calabria.it

 

Principali attività della "Delegazione di Roma":

 

Assicura l'assistenza tecnica al Presidente della Giunta regionale, agli Assessori e ai Dirigenti regionali, in ordine alle attività legate al sistema delle Conferenze;

Assicura l’assistenza al Presidente della Giunta regionale, agli Assessori e ai Dirigenti regionali durante la loro permanenza a Roma;

Cura la diffusione, nell'ambito del sistema regionale, di tutta la documentazione istruttoria relativa al Sistema delle Conferenze;

Organizza eventi, su Roma, promossi dal Presidente e/o dalla Giunta regionale;

Cura i rapporti con il Governo e le altre Istituzioni, nonché con le sedi romane delle altre Regioni;

Cura il Coordinamento interregionale affidato alla Regione Calabria in materia di Affari Istituzionali;

Assicura il raccordo con i Dipartimenti regionali, per la definizione della posizione della Regione nelle attività istruttorie all’interno del Sistema delle Conferenze;

Monitora la legislazione delle Regioni.

 

 

La legge regionale n. 11 del 1987 ha istituito il Settore “Delegazione di Roma”, attualmente denominato “Sistema delle Conferenze, Rapporti Istituzionali e Monitoraggio della Legislazione delle Regioni” della Regione Calabria, con l’obiettivo di fornire alla Regione una sede di rappresentanza e un punto di riferimento che garantisce un costante rapporto con tutti gli organismi istituzionali presenti a Roma, in particolare con il Governo, attraverso il Sistema delle Conferenze.

Il decreto legislativo n. 281 del 28 agosto 1997 interviene a “definire e ampliare le attribuzioni della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano e ad unificare, per le materie ed i compiti di interesse comune delle Regioni, delle Province e dei Comuni, con la Conferenza Stato-città ed autonomie locali”. L’attività della Conferenza si esprime attraverso pareri, intese, deliberazioni, accordi, raccordi, informazioni e collaborazioni Stato-Regioni, interscambio di dati e informazioni, con l’istituzione di comitati e gruppi di lavoro, designazioni di rappresentanti regionali ed è obbligatoriamente sentita sugli schemi di disegni di legge e di decreto legislativo o di regolamento del Governo nelle materie di competenza delle Regioni o delle Province autonome di Trento e di Bolzano e su ogni oggetto di interesse regionale.

Nel corso degli anni, la “Delegazione di Roma”, da mera sede di rappresentanza, è diventata un efficiente centro operativo, un supporto per gli organi e le strutture della Regione (Giunta, Dipartimenti ed altri Uffici dell’Ente), nell’attività istruttoria della Conferenza  delle Regioni e delle Province Autonome; della Conferenza Stato-Regioni; della Conferenza Unificata; della Conferenza Stato-Regioni Sessione Europea e Permanente per il coordinamento della finanza pubblica, con un continuo interscambio di documenti e provvedimenti che interessano direttamente le Regioni, anche su obiettivi di programmazione economico-finanziaria e di bilancio; su criteri generali relativi all’esercizio della funzione statale d’indirizzo e di coordinamento tra Stato ed altri enti, su indirizzi generali circa l’elaborazione e l’attuazione degli atti comunitari che riguardano le competenze regionali.

Il Settore, “Delegazione di Roma”, consente ai rappresentanti regionali di creare un filo diretto con i Governi, facendosi promotore delle esigenze dell’ente regionale e interloquendo con i rappresentanti nazionali nelle numerose riunioni tecniche e politiche che si svolgono a cadenza settimanale. L’ampliamento delle attribuzioni della Conferenza delle Regioni ha contribuito a conferire alla “Delegazione di Roma” maggiore organicità e visibilità, tanto da farla diventare il punto nevralgico degli incontri istituzionali. La Conferenza delle Regioni, infatti,  è la sede ufficiale del confronto e del dialogo tra le Regioni, composta da undici Commissioni di lavoro che preparano, nelle materie di competenza, documenti e posizioni da rappresentare al Governo in occasione delle sedute delle Conferenze Stato-Regioni ed Unificata, che rappresentano la sede privilegiata della negoziazione politica tra le Amministrazioni centrali e quelle regionali, la sede in cui il Governo acquisisce l’avviso delle Regioni in relazione agli indirizzi governativi di politica generale incidenti nelle materie di competenza regionale (ad esclusione degli indirizzi di politica estera, della difesa e sicurezza nazionale e della giustizia).

Il Settore, nella sua funzione di "rappresentanza", inoltre, organizza, su richiesta degli organi regionali, conferenze stampa e seminari, ospita incontri interregionali, fornisce informazioni sulle iniziative socio-culturali della Regione.