Regione calabria - Portale- Presidenza

Calabria - La Regione per Te

Vai al contenuto

Sei in: Home > Unita di Governo e Supporto > Ufficio stampa > Agenzia Calabria Notizie > Presidenza > vista documento

Seduta del Consiglio regionale dedicata alle infrastrutture

Affari Istituzionali - Catanzaro, 13/09/2018

Seduta del Consiglio regionale dedicata alle infrastrutture

Nuova, importante seduta del Consiglio regionale, quella svoltasi ieri pomeriggio a Palazzo Campanella di Reggio Calabria e dedicata ad un unico tema: "Emergenze ambientali, sicurezza territoriale e infrastrutture". Temi e questioni di grande attualità, soprattutto all'indomani delle grandi tragedie verificatesi nel corso di questa estate e che hanno interessato Genova, Bologna e Civita.
Ad introdurre il tema della riunione è stato il Vicepresidente della Giunta regionale e assessore al Sistema della logistica, al sistema portuale regionale e al "sistema Gioia Tauro" Francesco Russo che ha svolto una relazione puntuale e dettagliata su quanto è stato fatto e su ciò che deve essere fatto in Calabria. "Nel 2016 -ha detto, tra l'altro, Russo- col Piano Regionale dei Trasporti il Consiglio regionale ha posto un'attenzione molto forte sulle infrastrutture. L'azione è stata rivolta interamente alla sicurezza e ciò ha portato la Calabria ad avere finalmente un quadro strategico chiaro, programmato all'interno di una visione di sistema e non sulla spinta delle emergenze o degli "influencer". La nostra oggi è tra le regioni italiane che più di ogni altra ha investito, ad esempio, sull'edilizia scolastica e sull'adeguamento sismico. Sono già state messe in sicurezza oltre 500 scuole, tant'è che oggi si può parlare di "Modello Calabria". Ciò è il frutto di scelte coraggiose e precise. Ora, però, bisogna definire nuovi step di intervento attraverso due azioni propedeutiche: lo studio sulle dinamiche di flusso e il monitoraggio delle infrastrutture. Per mettere in sicurezza le nostre infrastrutture serve un miliardo di euro per ponti e viadotti e 50 mila euro a chilometro per la rete stradale. Noi abbiamo il dovere di innescare il processo, realizzando tutti i progetti di fattibilità per essere pronti a ricevere gli eventuali finanziamenti.Per farlo occorre aprire un tavolo tecnico con il ministero competente, finalizzato a predisporre un piano straordinario a supporto delle infrastrutture. "Importante -ha concluso il Vicepresidente Russo- è il coinvolgimento dell'Unione Europea, perché non possiamo assolutamente non intervenire su opere che hanno già oltre 50 anni di vita. La Calabria ha un programma anche dal punto di vista della gestione, che supporta i comuni, per abbattere il rischio. Non si può parlare di piano dei trasporti senza parlare di rischio. Abbassare il rischio è un scelta irreversibile ed è quello che i cittadini ci chiedono e noi dobbiamo ascoltarli. Sul rischio non si scommette. La Regione, pertanto, deve fare un grande sforzo sulle risorse da investire. Non possiamo aspettare oltre che qualcuno ci aiuti. Dobbiamo essere pronti, se sarà il caso, a condizionare qualunque scelta sulla prossima programmazione". Al termine dell'intervento di Russo si è aperto un ricco ed approfondito dibattito con diversi interventi dei consiglieri regionali che hanno avanzato proposte è stato concluso dall'intervento del presidente della Giunta regionale Mario Oliverio.

aggiornato il 13 settembre 2018 alle 11:00
documento consultato: 219 volte

Indietro