Regione calabria - Portale- Accesso agli Atti

Calabria - La Regione per Te

Vai al contenuto

Sei in: Home > Organizzazione > Dipartimento n. 1 > Aree > Accesso agli Atti

Accesso agli Atti del Dipartimento Segretariato Generale

Affari Istituzionali - Catanzaro, 01/01/2017

COSA È L’ACCESSO AGLI ATTI
L’accesso agli atti, disciplinato dalla Legge n.241/1990, dal D.P.R. n. 184/2006 e dalla L.R. n. 19/2001 prevede il diritto, da parte degli interessati di prendere visione e ad estrarre copia di documenti amministrativi.
Per “documento amministrativo”, si intende ogni rappresentazione grafica, fotocinematografica, elettromagnetica o di qualunque altra specie del contenuto di atti, anche interni o non relativi ad uno specifico procedimento, detenuti da una pubblica amministrazione e concernenti attività di pubblico interesse, indipendentemente dalla natura pubblicistica o privatistica della loro disciplina sostanziale.


CHI PUÒ RICHIEDERE L’ACCESSO AGLI ATTI

Possono presentare istanza di accesso agli atti, tutti i soggetti, ivi comprese società e associazioni, nonché i portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto, concreto ed attuale, collegato al documento amministrativo di cui si chiede l’accesso.


COME SI RICHIEDE L’ACCESSO AGLI ATTI

La richiesta di accesso agli atti formati o detenuti dal Dipartimento Segretariato Generale dovrà essere presentata per iscritto, tramite la compilazione e l'invio dell'apposito modulo di richiesta, firmata ed accompagnata da fotocopia di documento di identità in corso di validità del richiedente.
La richiesta in parola potrà essere trasmessa a mezzo PEC all’indirizzo agge.segretariato@pec.regione.calabria.it, o presentata a mano dal richiedente, ovvero inviata per posta al seguente indirizzo:
REGIONE CALABRIA
DIPARTIMENTO SEGRETARIATO GENERALE
Settore “AFFARI GENERALI, GIURIDICI ED CONOMICI”
Cittadella Regionale
Località Germaneto
88100 – CATANZARO


COME SI ESERCITA IL DIRITTO DI ACCESSO

L'esame dei documenti richiesti potrà essere effettuato dal richiedente o da persona da lui incaricata, della quale dovranno essere specificate nella richiesta le generalità e dovrà essere unita copia di documento di identificazione in corso di validità.
L'esito della richiesta di accesso verrà comunicato all'interessato entro 30 giorni dalla data della richiesta con lettera, con indicazione dell'Ufficio e degli orari in cui il richiedente potrà esaminare i documenti richiesti. L'interessato può chiedere copia della documentazione.
Se la richiesta risulta irregolare o incompleta, sarà data comunicazione al richiedente con lettera; in tal caso, il termine di 30 giorni per l'ammissione ricomincia a decorrere dalla presentazione della richiesta perfezionata.


DINIEGO, DIFFERIMENTO O LIMITAZIONE DELL'ACCESSO

Tutti i documenti amministrativi sono accessibili, tranne alcune eccezioni previste dalla legge 241/90 all’art. 24 e dal D.P.R. n. 184/2006 agli artt. 9 e 10, per cui può essere:
• negato;
• differito nel tempo;
• limitato rispetto ai documenti richiesti.
Il diritto di accesso è escluso, per esempio, nei seguenti casi:
• segreto di Stato;
• sicurezza, difesa nazionale e relazioni internazionali;
• politica monetaria e valutaria;
• ordine pubblico, prevenzione e repressione della criminalità;
• preordinato ad un controllo generalizzato dell’operato della P.A.;
• riservatezza di terzi.


COSTI DELL’ACCESSO
L'esame dei documenti è gratuito.
Il rilascio di copie è invece subordinato al preventivo rimborso dei costi sostenuti dall'Amministrazione, per come previsto dalla Deliberazione di Giunta regionale 17 febbraio 2004, n. 83:"Lr 19/2001 art.17 Tariffe relative al rimborso del costo di riproduzione documenti amministrativi", di seguito indicati:
- PER I DIRITTI DI RICERCA: tariffa fissa di € 1,30
- PER LA RIPRODUZIONE FOTOSTATICA CARTA FORMATO A4: € 0,10 a pagina 
- PER LA RIPRODUZIONE FOTOSTATICA CARTA FORMATO A3: € 0,20 a pagina 

MODALITÀ DI PAGAMENTO PER L'ESTRAZIONE DELLE COPIE
Versamento su C/C POSTALE N. 11047883
intestato a: "REGIONE CALABRIA - ENTRATE DIVERSE",
causale obbligatoria : "RIMBORSO ACCESSO - ART. 47, L.R. 19/2001"


RILASCIO COPIE CONFORMI
Il rilascio di copie conformi è soggetto al pagamento dell’imposta di bollo secondo la Tariffa – Allegato A al Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642.

ACCESSO CIVICO
L’accesso civico, disciplinato dall’art. 5 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, trova riferimento nell'obbligo, in capo alle Pubbliche Amministrazioni, di pubblicare i documenti, prevedendo il diritto di chiunque di richiedere i medesimi nei casi di omessa o parziale pubblicazione.
La richiesta di accesso civico non deve essere motivata, ha carattere di gratuità ed è diretta al responsabile della trasparenza dell’amministrazione, di solito coincidente, come in Regione Calabria con il Responsabile per la prevenzione della Corruzione. Il procedimento si deve concludere entro 30 giorni mediante pubblicazione sul sito istituzionale del documento, dato o informazione richiesta con contestuale comunicazione al richiedente.


ACCESSO CIVICO E DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI
A differenza del diritto di accesso ai documenti amministrativi, funzionale alla tutela di posizioni individuali, il che restringe la legittimazione a soggetti portatori di un interesse diretto, concreto ed attuale, legato ad uno specifico documento, l’accesso civico si estrinseca nell’acquisizione di documenti, dati e informazioni per cui preesiste un obbligo normativo di pubblicazione, in virtù di una pretesa azionabile, riconosciuta a chiunque ne faccia richiesta, nell’ambito di un controllo diffuso sull’operato dell’amministrazione.


COME SI ESERCITA L’ACCESSO CIVICO
Si rinvia alla pagina dedicata del sito istituzionale, raggiungibile dal link sotto riportato.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO 

Legge 7 agosto 1990, n. 241 – Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi.

DPR 28 dicembre 2000, n. 445 (artt.16-59-60) – Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa.

Decreto del Presidente della Repubblica 12 aprile 2006, n. 184 – Regolamento recante disciplina in materia di accesso ai documenti amministrativi.

Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 – Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.

Legge regionale 4 settembre 2001, n. 19 – Norme sul procedimento amministrativo, la pubblicità degli atti ed il diritto di accesso. Disciplina della pubblicazione del Bollettino Ufficiale della Regione Calabria.

Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642 – Disciplina dell’imposta di bollo.

Deliberazione di Giunta regionale n. 83 del 17 febbraio 2004 – “L.r. 19/2001 art. 17 Tariffe relative al rimborso del costo di riproduzione documenti amministrativi”.  

aggiornato il 17 febbraio 2017 alle 11:28 da Gianfranco Straface
documento consultato: 4020 volte